Parti da Taormina per esplorare tutta la Sicilia

Taormina può essere il trampolino di lancio giusto per immergerti nella cultura siciliana, segui il nostro itinerario e non ti perderai nulla dell’isola.


Parti da Taormina, la cittadina è un susseguirsi di stradine, piazze e palazzi incantevoli come Palazzo Corvaja, splendido esempio architettonico del quattrocento in stile gotico-catalano, e la chiesa barocca di santa Caterina d’Alessandria.

La perla vera è il Teatro Greco (III sec. a.C.), una meraviglia per gli occhi. Realizzato in un punto panoramico stupendo, il teatro per dimensioni è il secondo più grande dell’intera Sicilia dopo quello di Siracusa.
E proprio qui si tengono i principali eventi culturali della stagione estiva come il “Taormina Arte”, il festival internazionale delle arti, conosciuto e apprezzato per il suo ricco calendario di eventi musicali, teatrali, di danza e di cinema.

“E per il mare dove si va?”

Per arrivare al mare si può prendere la funivia che dal paese porta alla spiaggia di Mazzarò, un’insenatura di rara bellezza delimitata dal Capo Sant’Andrea oltre il quale c’è Isola Bella, amatissima da chi viene a soggiornare da queste parti. Un mare con acque chiarissime e spiagge meravigliose tra le migliori di tutta la Sicilia.

Da Taormina in meno di un’ora si arriva a Catania.

Via Etnea è la strada che percorre e divide la città. Una passeggiata per questa via basta per rendersi conto delle bellezze straordinarie che offre Catania e per comprendere il motivo per il quale il barocco del suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell’Unesco nel 2002.

Da vedere:

la Collegiata, vale a dire la Chiesa di Santa Maria Santissima dell’Elemosina, piazza del Duomo che ospita la cattedrale di Sant’Agata che è la patrona della città. Di fronte al Duomo, proprio al centro della piazza, c’è “u Liotru”, la statua dell’elefante con sopra l’obelisco, il simbolo di Catania. L’opera fu realizzata nel 1737 dall’architetto Giovanni Battista Vaccarini e rappresenta le tre civiltà: quella punica (l’elefante è il simbolo della sconfitta dei cartaginesi), quella egiziana (con la presenza dell’obelisco, portato a Catania ai tempi delle Crociate) e quella cristiana, con la croce montata sull’obelisco.

Ogni giorno da Taormina partono escursioni verso il famoso vulcano, Etna.

Al di sopra dei 1000 m, in inverno, è presente la neve che spesso dura fin quasi all’estate. Di conseguenza sull’Etna si trovano anche due stazioni sciistiche la cui particolarità è quella di poter sciare sulla neve potendo osservare il mare. Da quella Sud del Rifugio Sapienza, nel territorio di Nicolosi, è possibile ammirare tutto il golfo di Catania e la valle del Simeto.

Altri luoghi da visitare nei paraggi:

Giardini Naxos, Letojanni e S. Alessio. Giardini è un concentrato di locali alla moda e discoteche all’aperto. D’obbligo è una visita al ricco museo archeologico e alla vasta aerea dell’antica Naxos e un tuffo nelle gelide acque dell’Alcantara famoso per sue cascate e soprattutto per sue incredibili e bellissime gole. Letojanni e S. Alessio invece sono mete ideali per delle belle passeggiate a mare e per gli ottimi ristoranti.

Assolutamente da non perdere una visita alla vicina chiesa dei SS. Pietro e Paolo, una chiesa basiliana unica al mondo e di valore e bellezza inestimabili.

 

Dintorni:

  • Baia di Isola Bella 3,5 km
  • Baia di Mazzarò 3,7 km
  • Duomo di Taormina 5,5 km
  • Teatro Greco 6 km
  • Castelmola 9 km
  • Giardini Naxos 2,8 km
  • Gole Alcantara 20 km
  • Forza d’Agro 18 km
  • Etna 34 km
  • Acireale 40 km
  • Acitrezza 44 km
  • Catania 50 km